Risparmiare energia elettrica

L’uso consapevole dell’energia elettrica è il primo passo verso un risparmio concreto. Piccoli accorgimenti consentono a tutti un immediato taglio della spesa in bolletta.

Fasce consumo orario F1 F2 F3

Ecco alcuni consigli di A.F. Energia

  1. L’energia elettrica ha varie fasce di prezzo: scegli la tariffa più conveniente in base al tuo utilizzo. Il costo dell’energia è suddiviso per fasce, scarica il modello sopra inserito.
  2. Spegnere sempre le luci quando lasciate una camera: questo comportamento di ecologia domestica sembra ovvio, ma non lo è affatto, in quanto alcune ricerche in proposito hanno appurato che circa il 50 per cento delle persone dimentica di farlo e lascia la luce accesa in stanze che non vengono adoperate al momento.
  3. Sostituite le lampadine normali con quelle a risparmio energetico: costano maggiormente, ma durano molto più a lungo e permettono di consumare fino al 70% in meno di elettricità;
  4. Non lasciate televisori e computer in stand-by, non lasciate i led accesi e spegneteli del tutto quando non li utilizzate e, allo stesso modo, staccate dalla presa gli apparecchi non in uso.
  5. I frigoriferi consumano in Italia il 3,5% dell’elettricità nazionale: se dovete sostituirli è bene cambiarli con apparecchi provvisti di etichette energetiche di classe A o superiori ( A+, A++, A+++ ). Lo stesso fate per tutti gli elettrodomestici di casa, preferendo lo scaldabagno a gas piuttosto che quello elettrico.
  6. Il ferro da stiro consuma moltissima energia e spesso capita di dimenticarsi di staccarlo dalla corrente: sceglietene uno che, oltre ad essere a risparmio energetico, sia provvisto di spegnimento automatico dopo un determinato tempo d’inattività
  7. Fate periodicamente la pulizia e manutenzione degli elettrodomestici, in modo di mantenerne la piena efficienza e ottenere risparmio di energia.
  8. Non aprite in continuazione le ante del frigo e del congelatore, assicuratevi che le guarnizioni siano sempre in buono stato e pulite periodicamente il retro e le serpentine, non dimenticando di controllare e regolare la temperatura interna a seconda delle stagioni e del relativo clima. Tenete il frigo distaccato dal muro.
  9. Se dovete congelare dei cibi, fate possibilmente piccole porzioni: il raffreddamento avviene in tempi più rapidi e si riduce il consumo di energia elettrica. Lasciate raffreddare completamente gli alimenti cotti prima di riporli nel frigorifero.
  10. Non lasciate acceso inutilmente il forno elettrico e cercate di usare il forno ventilato o uno con alimentazione a gas. Se dovete azionare il forno, cercate di cuocere più alimenti contemporaneamente e azionate a pieno carico la lavatrice e la lavastoviglie.
  11. Se cucinate su piastre elettriche, fate uso della pentola a pressione: la cottura avverrà in tempi più rapidi, consentendovi di risparmiare energia. Se volete cuocere un alimento a vapore, preferite le apposite pentole col cestello da mettere sul fornello piuttosto che la vaporiera elettrica; esistono particolari pentole per la cottura a vapore con vari elementi da sovrapporre, che permettono di cuocere insieme cibi differenti.
  12. Sgrassate le stoviglie prima di procedere al lavaggio in lavapiatti.
  13. Installate interruttori a tempo in garage, cantine, soffitte e ripostigli esterni all’abitazione.
  14. Se avete cancelli elettrici che si aprono e chiudono automaticamente per mezzo del telecomando, usateli solo quando è necessario, preferendo uscire ed entrare attraverso i comuni cancelletti di servizio.
  15. Levate periodicamente la polvere dalle griglie di stufette, deumidificatori e condizionatori, in modo che l’aria circoli più facilmente e si possa, di conseguenza, risparmiare energia elettrica.
  16. Non sovraccaricate le prese elettriche.
  17. Ricordate che 1 lampadina grande è più efficiente di 2 piccole: 1 da 100 watt emette la stessa quantità di luce di 2 da 60 watt cadauna. Scegliete l’ illuminazione più conveniente in base al consumo e all’uso che si fa di ogni stanza, evitando di accendere i lampadari centrali con molte lampadine e approntando vari punti luce secondo le esigenze: in cucina, per esempio, sarebbe bene mettere vari spot che illuminino bene piani di lavoro, fornello e i punti della stanza dove di solito lavoriamo. I faretti consumano molto e, dato che emettono luce a fascio…..uno non basta certo: preferite abat-jour e soluzioni simili.
  18. Se dovete leggere, scrivere, lavorare al computer, scegliete luci piccole mirate, possibilmente trasportabili di stanza in stanza.
  19. Tenere porte e finestre chiuse quando è in funzione il condizionatore e metterlo, possibilmente, in ombra: il risparmio sarà del 5% rispetto al consumo energetico dell’apparecchio posizionato al sole. Se non fa molto caldo, usate solo la funzione apposita per eliminare l’umidità del condizionatore: a volte è sufficiente per avvertire meno il calore. Pulite i filtri e la griglia del condizionatore con regolarità e non mettete oggetti in prossimità dello stesso: lo spazio libero intorno deve essere di circa 50 centimetri.

Inoltre per questi ed altri consigli vi segnaliamo questo sito: https://www.trucchidicasa.com/casa/come-risparmiare/risparmiare-energia-elettrica-30-consigli

Sono gli elettrodomestici a ricoprire almeno l’80% della bolletta elettrica e per questo il loro acquisto e il loro utilizzo deve essere è molto importante.

Riportiamo qui di seguito l’incidenza sul consumo totale di energia elettrica dovuta all’uso dei nostri elettrodomestici:

DATI MEDI DI CONSUMO
Elettrodomestici Consumo
Scaldabagno 20% consumo energia
Frigorifero 18% consumo energia
Illuminazione 15% consumo energia
Lavatrice 13% consumo energia
Televisore 11% consumo energia
Lavastoviglie 4% consumo energia
Forno elettrico 4% consumo energia
Altri utensili 15% consumo energia

I dati degli usi dell’energia elettrica sono indicativi.